Anche la camera da letto richiede l’utilizzo di diverse fonti d’illuminazione.
Innanzitutto, occorre una fonte luminosa diffusa che, pur non essendo troppo forte, consenta i movimenti all’interno dell’ambiente.
Per non essere vincolati con la scelta della posizione dell’armadio, si può pensare all’utilizzo di una applique collocata sulla parete dove è posizionato il letto, al centro della testata, rivolta verso il soffitto per eliminare l’abbagliamento.
Si può prevedere di collocare dei piccoli faretti all’interno dell’armadio, con meccanismo di accensione collegato all’apertura delle ante; oppure delle piccole lampade da tavolo collocate sulla sommità dell’armadio che si accendono contemporaneamente da un unico interruttore; oppure ancora si può utilizzare un binario con vari corpi illuminanti e spot direzionabili che, allo stesso tempo, illumini dentro l’armadio e la stanza intera.
Andrà prevista anche l’illuminazione puntuale per il letto con due abat jour da posizionare sui comodini oppure prevedendo due punti luce a lato della testata del letto per collocarvi due spot direzionabili; questa seconda soluzione permette di risparmiare spazio sul comodino e ootenere un’illuminazione laterale e contemporaneamente dall’alto, ottimale per la lettura a letto.
Se poi in camera è previsto anche l’inserimento di uno scrittoio, questo si può illuminare con una piccola lampada da tavolo o di faretti da incasso per mobili da posizionare sotto la mensola sopra lo scrittoio.

1.

2.

3.

4.

5.

6.

7.

8.