La scelta del divano è tra le prime cose da affrontare nel caso tu debba arredare il soggiorno. Sì, ma non basta andare in un negozio e scegliere il divano dei propri sogni! Per evitare brutte sorprese è opportuno seguire una sequenza di alcuni passi fondamentali per non sbagliare.

Analisi delle spazio e delle tue esigenze

Per prima cosa, sia che tu debba arredare una stanza sia che tu la debba semplicemente rinnovare, prima di scegliere i colori e acquistare mobili è opportuno disegnare una planimetria in scala per aver ben chiaro la dimensione dello spazio a disposizione,

Inizia quindi a provare a disporre tutti gli arrredi sulla planimetria, prima da quelli più grandi, come divani, poltrone, armadi, e in base a questi determina se sono necessari altri elementi oppure se è possibile utilizzare quelli che hai già in casa.

Immagine via One kings lane

E’ sempre fondamentale valutare l’uso principale della stanza e, di conseguenza, quali elementi considerare nella scelta degli arredi. Valutare l’utilizzo da parte tuo e della tua famiglia della stanza ti aiuterà ad orientare le tue scelte in base alle tue effettive esigenze, in merito per esempio alle dimensioni del divano (se a 3/4 posti o 5/6 posti), all’eventuale presenza di poltrone e poltroncine facilmente spostabili, alla disposizione degli elementi, ecc.

La scelta del divano

Ora che hai le idee chiare sullo spazio a tua disposizione e sulle tue necessità puoi passare alla fase successiva: la scelta del divano!

Tieni conto del fatto che, indipendentemente dal modello, la scelta del divano permette di modificare rapidamente l’aspetto di una stanza.

Se non hai le idee molto chiare posso suggerirti di preferire i colori neutri, dei quali difficilmente potrai stancarti.

Immagine via Habitissimo

Un altro parametro fondamentale da tenere conto è naturalemente la comodità. E intendo non solo la comodità della seduta (quella la testerai direttamente in negozio!), ma anche la comodità di manutenzione. Valuta quindi bene la scelta del tessuto, che sia facilemente lavabile per esempio, oppure completamente sfoderabile o che sia antimacchia.

Per fare una scelta sicura relativamente ai materiali, consiglio di andare in negozio e toccare con mano la differenza e le sensazioni diverse che offre un divano in cotone,  rispetto a uno in velluto oppure in pelle. Considera sempre che sul divano dovrai sentirti completamente a tuo agio per ricaricare le energie! Scegliere un tessuto di qualità è importantissimo. Sarebbe un peccato e uno spreco di denaro, dopo pochi mesi si iniziassero a vedere i segni del posto dove ci si siede più spesso!

Immagine via Interior secrets

Di importanza assoluta è anche l’attenzione all’imbottitura dei cuscini della seduta e dello schienale. Chiedi informazioni sulla seduta, deve essere garantita, indeformabile, a densità variabile certificata.

Di che stile sei?

Ci sei quasi, ora che hai la tua planimetria ed il tuo planning sulle tue esigenze e materiali  preferiti, puoi ora dare libero sfogo alla fantasia e al tuo stile!

Qui sotto ti elenco i principali modelli di divano.

Classico

I modelli classici hanno linee pulite, sono rigorosi nello stile e sfidano il tempo e le mode. I divani classici possono risultare più comodi proprio per il loro design, che spesso contempla schienali più alti, braccioli più morbidi e arrotondati e sedute regolari.

Immagine via Architectural Digest

Moderno

Per chi ama un design sofisticato i divani moderni sono la scelta migliore. A volte però presentano linee non molto comode con schienali bassi, sedute profonde e linee più squadrate, tutto a vantaggio del design.

Immagine via Arkpad

In stile antico

Questo tipo di divano ha il fascino dei mobili d’epoca, magari rivisitati in chiave contemporanea,ma gli schienali senza cuscini sono sicuramente meno comodi rispetto ai modelli imbottiti.

Immagine via Juliettes interiors

Immagine via 100layercake

Componibile

Gli elementi modulari permettono di aggiungere, sottratrre o risistemare i moduli in base alle diverse esigenze.

Immagine via Homecakelove

A due posti

I modelli piccoli sono ideali se lo spazio è limitato. Sono usati per esempio in camera da letto, nell’ingresso o nel corridoio.

Immagine via Bolig magasinet

E tu che divano preferisci?