Il giallo
Il giallo, colore primario, versatile, energizzante e stimolante, esprime gioia, energia, giovinezza, dinamismo, positività, luminosità. Colore primaverile per eccellenza, se abbinato ai colori autunnali, quali marrone, ocra, rosso scuro, aggiunge inediti e originali tocchi di luminosità ed energia.
Il giallo infatti porta allegria, ottimismo, risveglia la creatività, predispone alla concentrazione e attiva il cervello e proprio per questi motivi può favorire le nostre attività.

In quali ambienti utilizzare il giallo
Il giallo è quindi estremamente indicato per l’arredamento della zona giorno della casa (dalla cucina, al soggiorno, allo studio), mentre non è adatto nelle stanze dedicate al relax, salvo nelle tonalità tenui e pastello.

Le tonalità
Fluo, acido, crema o ambra, anima e illumina  gli ambienti della casa con carte da parati, mobili e oggetti di design. Nella tonalità sabbia, più soft, il giallo ci regalerà un delicato effetto riposante, che si accosterà benissimo anche ad arredamenti in legno. Perde la sua vitalità invece se mescolato al bianco.
Il giallo si sposa molto bene con altri colori come blu, viola (suo complementare), verde, marrone, grigio e nero creando contrasti d’effetto e accentuandosi notevolmente.
Se volete pitturare le pareti di  giallo è necessario fare molta attenzione nel scegliere la tonalità in quanto, la sua vivacità, aumenta quando viene applicato sulla parete, quindi in una stanza, già di per sé molto illuminata, può risultare eccessivo.
Se volete osare di più, si può applicare su mobili in vari ambienti anche in soluzioni insolite, ma di grande effetto.
Se volete entrare nel mood autunnale, senza dimenticare il calore dell’estate, mescolate toni caldi con quelli malinconici e scuri dell’autunno: giallo, ocra, arancio, rosso scuro e i colori della terra.
Le pareti giallo ocra riscaldano l’ambiente e danno un tono lievemente rustico alla vostra casa, richiamando nello stesso tempo le delicate sfumature della luce d’autunno.
L’arrivo dell’autunno può essere l’occasione per adottare tinte e tonalità tipicamente post-estive, ad esempio, utilizzando dei cuscini, una coperta del letto, oppure  un tappeto, un plaid o dei divani dai colori caldi, con le tonalità giuste che spaziano dal rosso al sabbia fino all’avorio. Mentre è meglio da evitare i grigi, i marroni scuri e l’arancione.
Per riscaldare la casa, invece, un ruolo molto importante è giocato dall’illuminazione. Per ottenere un effetto in sintonia con l’autunno si può optare per luci calde. Ad esempio, anche in ottica di risparmio energetico, è molto indicato il led di colore giallo.

ZONA GIORNO

 

ZONA NOTTE