Nello stile d’arredo classico possono essere compresi altri stili, dal cosiddetto stile rustico, a tutti gli stili delle varie epoche che hanno fatto la storia del mobile.

Lo stile classico è per chi detesta i trend e le mode, per chi crede che la bellezza sia da ricercare nelle forme armoniose, nell’uso di elementi pregiati, la cura dei dettagli. Le case classiche sono fortemente ospitali, sprigionano una forte potenza, trasmettono ospitalità e forza e sono il luogo ideale per creare feste, cerimonie ed eventi.

dalani-arredare-in-stile-classico-5

Photo Credit: Dalani

Lo stile classico richiede grandi dimensioni, grandi spazi e anche grandi arredi. Se hai una casa piccola bisogna trovare il giusto equilibrio inserendo qualche pezzo classico in dimensione adeguata.

01

Photo Credit: Rococo Revisited

In questo stile, non sono ricercate tanto la praticità, la funzionalità o la tecnologia, quanto la bellezza autentica e la dichiarazione di un certo status socio-economico, nonché di un certo gusto.

arredamento-classico

Photo Credit: Design Mag

Colori: bianco, toni naturali, quali sabbia e terra in tutte le tonalità, colori caldi quali porpora, ocra, marrone, i colori di tutte le essenze del legno, abbinati eventualmente a decori sobri, carta da parati, pietra, boiserie in legno. Poi vengono i colori della pietra o del cotto.
Per le pareti sempre colori neutri o al massimo in tinte pastello molto tenui. Il color oro è un’altra sfumatura molto utilizzata in questo stile, soprattutto per dettagli e particolari.

Materiali: naturali come legno massello con pregiate essenze di noce, massello e rovere; marmo usato per pavimenti e rivestimenti di superfici; parquet, pietra, granito e il marmo e cotto per pavimenti; ottone e ferro per il letto, maniglie o pomelli.
Anche piani di lavoro e interi ambienti, come la cucina, possono essere costituiti da realizzazioni in muratura e su misura.

Tessuti: seta, velluto, pelle come rivestimento tradizionale; drappeggi, sete, velluti decorati possono rivestire sedie, divani, poltrone e caratterizzare tende e biancheria. I colori dei tessuti i possono anche essere più forti dei colori pastello, ma mai vivi e folgoranti: il velluto rosso scuro è ad esempio un tessuto tipico. Le fantasie sono principalmente floreali.

Oggetti: in argento o dorati, porcellane, cristalli, lampadari chandelier, quadri, suppellettili e opere d’arte.

03

Photo Credit: Houzz

Arredi: caratterizzati da forme morbide e sinuose che impongono in modo importante la loro presenza, talvolta massicci, rinforzando la sensazione di calda solidità e accoglienza. Pezzi d’antiquariato o pezzi di nuova produzione ottenuti con tecniche d’arredo simili a quelle del passato.

Decorazioni: caratterizzate da motivi floreali o soggetti paesaggistici. Come tecnica decorativa è presente la pittura su ante di armadi, cassetti di comodini o credenze. Grande spazio ai tappeti, veri protagonisti della casa classica.

05

Photo Credit: Lucca Stone House

Nello stile d’arredo classico, i mobili sono sempre sistemati contro le pareti, tranne tavoli e divani. Tutti gli altri arredi, spesso presenti anche in gran numero e decorati anche con diversi soprammobili o tessuti, non trovano mai posto a centro stanza, come capita invece per molti mobili appartenenti allo stile contemporaneo. Il concetto è che lo stile classico vuole spazio e non bada a spese. Ecco perché non servono soluzioni “salva spazio” o a centro stanza.

Benvenuto/a su Amate Stanze.
Se ti va, mi farebbe piacere ricevere un tuo commento per aiutarmi ad aggiungere valore al blog, a comprendere meglio le tue esigenze, per una critica educata o anche solo per un saluto.
Se ti è piaciuto il post, condividilo sui social!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *