Da parecchi anni, ormai, lo stile scandinavo domina i panorami europeo e statunitense. Ha la sua origine nella tradizione secolare dell’artigianato scandinavo e ha dato origine ad uno stile di arredamento plastico e versatile grazie alla combinazione di materiali quali:

– il legno è protagonista nei pavimenti in parquet, negli infissi delle finestre e anche alcuni mobili, perché ha un aspetto naturale, confortevole, famigliare, caldo e accogliente;
– il metallo;
– il cuoio;
– la paglia;
– i tessuti sono preferibilmente naturali e un po’ grezzi, come il lino, il cotone, la lana con fantasie geometriche o ispirate al mondo vegetale e animale;
– le pelli.

L’uso di questi materiali “anti-rappresentativi” è capace di creare un’atmosfera di comodità e intimità abbinata a sobrietàleggerezza e organicità delle forme.

Altra particolarità di questa corrente è l’utilizzo della luce, valorizzata dalla scelta del bianco come nuance predominante in tutte le sue sfumature, sulle pareti, nelle finiture delle piastrelle di bagni e cucine, così come per il pavimento, declinando l’amato legno nelle rifiniture più chiare, dallo spazzolato fino ai laccati. Questo deriva dall’esigenza, propria dei paesi scandinavi, di ricercare di amplificare la luce, essendo la luce naturale scarsa e gli inverni lunghi. Per lo stesso motivo, le abitazioni nordiche sono dotate di spazio molto aperti, multifunzionali e, possibilmente, anche molto ampi.

Fondamentale è poi l’attenzione al design: la scandinavia è la patria, non a caso, di alcuni dei più grandi designer della storia come Arne Jacobsen, Alvar Aalto o Eero Aarnio. La forma, qui, ha la sua importanza e nessun pezzo, dal mobile più ingombrante all’accessorio più piccolo, è scelto con leggerezza. I mobili scandinavi hanno linee rette, geometriche, pure e pulite, che si legano con curve dolci che producono ambienti piacevoli ed equilibrati.

Per arredare in stile scandinavo è poi importante fare attenzione ai dettagli: gli accessori decorativi nordici sono di grande semplicità, i materiali preferiti sono la ceramica e il vetro.

Lo stile scandinavo è molto rigoroso per quanto riguarda la scelta dei colori. Accanto alle tinte naturali dei materiali, legno, pietra, pelle , al bianco per amplificare la luce e al verde delle immancabili piante, è consentita la scelta fra una rigida palette di colori, da preferire nelle tonalità più leggere e de-saturate: rosa pastello, turchese, giallo e rosso.

La  casa in stile scandinavo può completarsi, per aggiungere un tocco di unicità, scegliendo – con estrema parsimonia – alcuni pezzi usati, che provengono dal passato e che regalano all’ambiente quel tocco di vissuto e di storia, come per esempio, vecchi tavoli in legno, poltrone in pelle, lampade e accessori in metallo dall’aspetto industriale.

Questa caratteristiche costituiscono il fascino dell’arredamento scandinavo che sfrutta la possibilità di creare contrapposizioni con pezzi d’arredamento differenti.

001.

00a2.

3.

4.

02a5.

036.

047.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *