Il disegno a mano libera è un’arte antica che potrebbe sembrare sempre più sostituita da programmi dedicati al disegno d’arredo in 2d e 3d per la progettazione d’interni e il disegno architettonico.

In realtà in questo articolo ti voglio spiegare l’importanza ed il fascino del disegno realizzato a mano sia per il progettista che per il cliente.

Disegno come linguaggio

Il disegno è il linguaggio attraverso il quale cui si esprime un progettista, sia esso un ingegnere, un architetto, un interior designer, un home stylist, un wedding o floral designer ecc.
Per questo motivo vorrei sfatare subito il mito che per disegnare bisogna essere portati! Essendo un linguaggio, per disegnare sarà necessario imparare le varie nozioni dalla base andando via via acquisendo sempre più strumenti per dominare al meglio questo linguaggio. Esattamente come la parola, il disegno è una linguaggio che si può imparare. Esattamente come ognuno di noi ha imparato a leggere e a parlare gradualmente, allo stesso modo avverrà per il disegno. Poi è naturale che chi ha una certo talento riuscirà meglio, esattamente come per la scrittura!

Disegno su misura

Da un po’ di tempo, il disegno a mano libera è sempre più richiesto dagli studenti per il disegno di interni e per progettare arredi, ma è anche sempre più apprezzato dai clienti.

Tutto ciò è dovuto al fatto che niente come il disegno a mano libera ci può trasmettere tutto il fascino, il calore, la bellezza autentica di un progetto sartoriale, fatto su misura, personalizzato direttamente dalla mano del progettista.

Disegno e progetto

Oggi il computer è senz’altro fondamentale per la progettazione architettonica e d’interni. E’ altrettanto importante però non perdere la spontaneità dello schizzo immediato e creativo. Il disegno a mano libera è il mezzo più immediato tra l’idea e la sua realizzazione e si può declinare in livelli successivi di approfondimento.
Lo schizzo per esempio ci consente di catturare un’idea progettuale con un mezzo immediato.
Il bozzetto è invece un disegno a mano libera più studiato ed equilibrato, completo anche della colorazione, in grado di trasmetterci un’idea ben definita di un progetto, o di una sua parte. Il bozzetto è inoltre realizzato con l’intento di trasmettere l’atmosfera del progetto coinvolgendo il committente anche dal punto di vista emozionale.
Ritengo quindi indispensabile imparare a disegnare a mano libera, prima di passare al disegno al computer, per avere un’impostazione corretta di base e per comprendere come rappresentare lo spazio.

Creatività e pratica

Perché  ci sembra così difficile disegnare a mano libera? Perché siamo troppo abituati a usare la nostra parte razionale, lasciando poco spazio alla creatività.  All’inizio è quindi molto importante fare tanta pratica nel disegno per non scoraggiarsi e acquisire dimestichezza, imparando fin da subito ad apprezzare il lato terapeutico e antistress del disegno.
Ci sono poi veri “trucchi” e tecniche del mestiere che aiutano a sviluppare la creatività e a superare i blocchi iniziali. Tra questi è fondamentale lasciare da parte le idee preconcette che abbiamo dello spazio intorno a noi, imparando ad osservare con attenzione la realtà che ci circonda, i vari oggetti, la loro forma, i colori.

Un ultimo aspetto fondamentale che voglio sottolineare è che ognuno di noi ha la propria “mano”, cioè un vero e proprio linguaggio personale che va riconosciuto ed imparato a coltivare fin da subito. E sarà proprio la nostra “mano” a rendere ogni nostro disegno, schizzo o bozzetto qualcosa di unico e irripetibile.


Se vuoi imparare ad usare il disegno a mano libera per realizzare schizzi e bozzetti efficaci ed emozionanti per valorizzare i tuoi concept di progetto, scopri il nostro Corso schizzo e bozzetto d’interni.