Oggi racconto il restyling di un vecchio lampadario, che ho recuperato e completamente rinnovato con tecnica shabby.

Qualche settimana fa sono andata al mercatino a cercare arredi per un relooking d’interni… Per il celebre principio di serendipity secondo il quale quando cerchi qualcosa spesso trovi felicemente qualcos’altro, sono stata subito attratta da questo lampadario con dei simpatici putti danzanti.

Il lampadario recuperato

Era davvero molto sporco e in precarie condizioni, ma io me lo sono subito immaginato ridipinto e inserito in una certa ambientazione e quindi l’ho comprato!

Dettaglio del lampadario recuperato

Il lampadario è costituito da parti metalliche e da parti in legno, che ho dovuto smontare per procedere ad una pulizia e ad una lucidatura accurata prima di dare inizio al restyling vero e proprio.

Ho scelto di utilizzare una pittura chalk a effetto gessoso color panna sia sulle parti in metallo che su quelle in legno, che ho poi deciso di decapare facendo emergere alcune parti luccicanti in ottone ed il color legno scuro.

lampadario04

Questo lieve contrasto ha conferito un effetto estremamente delicato e più contemporaneo abbinato ad un’affascinante leggera patina di antico.

Restyling lampadario con tecnica shabby

Ho utilizzato una pittura a effetto gessoso color panna che è possibile applicare tranquillamente con ottimi risultati sia sul legno che sulle parti metalliche, conferendo al lampadario il tipico effetto gessoso dello stile shabby chic.

calendario collage

Ho completato il restyling con l’applicazione della cera neutra.

Ed ecco il lampadario inserito nella sua nuova ambientazione!

Restyling lampadario con tecnica shabby

Photo credit: Carla Costa per Amate Stanze

Guarda su youtube il video del restyling del lampadario con tecnica shabby e iscriviti al canale di Amate Stanze!


Se vuoi imparare a rinnovare i tuoi arredi in autonomia puoi iscriverti a un corso di restyling del mobile che trovi QUI.