Oggi vediamo quali sono le fasi fondamentali in cui si articola un progetto di home styling!

Le fasi di un progetto di Home Styling
Incontro con il cliente

Abbiamo già parlato del primo incontro del cliente come momento fondamentale in cui si stabiliscono le basi di fiducia col cliente e in cui si costruisce un rapporto fondato sull’empatia affinché si possa realizzare un progetto personalizzato fondato sulle reali esigenze del cliente. In questa fase è importante raccogliere informazioni per cercare le ispirazioni necessarie da cui partire a progettare. L’importante è stimolare il cliente attraverso domande mirate riguardanti i suoi gusti, luoghi e colori preferiti, oggetti e stili che colpiscono la sua fantasia, libri, riviste e blog preferiti, negozi in cui hanno acquistato mobili e decorazioni  ecc.

Sopralluogo

Dopo il primo incontro è il momento del sopralluogo per valutare lo spazio su cui si andrà a intervenire. Dovrai rilevare le misure delle stanze e dei mobili che dovranno essere riutilizzati prendendo nota di tutto ciò che influirà sul tuo progetto.
Guarda con attenzione i materiali presenti,  le forme architettoniche e l’orientamento solare degli spazi, in quanto la luce influisce moltissimo sul colore delle pareti e dell’arredo in generale. Fai le fotografie dello stato di fatto che ti saranno sono molto utili in fase iniziale, ma anche al termine del lavoro per mostrare il cambiamento. 

Scegli lo stile d’arredo

Il passo successivo sarà dedicato alla scelta dello stile d’arredo. Sul blog ho già trattato questo argomento fornendoti degli spunti e delle domande su cui riflettere per far sbocciare il tuo stile d’arredo. Quando si parla di Home Styling, questa fase è veramente importante perché si tratta di “costruire” e “ritagliare” su misura del cliente lo stile più adeguato, spesso fondendo opportunamente diversi stili tra loro, per far emergere la personalità di chi vi abita. Il segreto per realizzare al meglio questa delicata operazione è quello di adattare uno stile o più stili d’arredo a quello che è lo stile di vita del cliente, a quelle che sono le sue esigenze funzionali applicate agli spazi, ai suoi hobbies, ecc. In questo modo la casa dovrebbe poter raccontare la storia della tua vita o della vita del tuo cliente e dovrebbe essere piene di oggetti e cose con le quali tu senti una connessione, una memoria, un legame e dovrebbe riflettere i tuoi valori o quello che vorresti diventare in futuro.

Scegli lo stile d'arredo
Definisci la palette colori

Parallelamente a questo lavoro si dovrà cominciare a definire la palette colori, un lavoro molto importante che parte da un lavoro di introspezione guidato dalle regole della teoria del colore, di cui ho già parlato nel blog in questo articolo dedicato a come scegliere la tua palette colori.

Definisci la palette colori
Crea la moodboard

Una volta fatta l’analisi della situazione si può entrare nel vivo del progetto di styling d’interni dalla prima fase, il concept. Gli strumenti più adatti a questa fase sono gli schizzi a mano (se non sei proprio un asso della matita si può sempre porre rimedio!), e la moodboard che in maniera chiara e immediata permette al cliente di cogliere l’atmosfera del progetto.
Creare una moodboard di ispirazione è importante per riunire tutte le immagini, le ispirazioni di stile, i materiali e la palette colori per aiutarti a decorare la stanza in modo armonico e coeso. In questa fase l’intuizione è fondamentale per centrare il mood del progetto di styling che si andrà a sviluppare. La moodboard è fondamentale per comunicare al cliente le prime idee per due ottimi motivi: 1 – per avere un feed back immediato e capire se sei sulla strada giusta o se devi apportare delle modifiche al progetto; 2 – per entusiasmare il cliente coinvolgendolo a livello emozionale.

Crea la moodboard
Decluttering

Ora è il momento di preparare lo spazio, selezionando con cura ciò che può essere riutilizzato e ciò che invece andrà rimosso attraverso un intervento di decluttering. Ti consiglio di fare delle liste per prendere meglio le dovute decisioni e di fare molte foto alla stanza che devi decorare da ogni angolo cercando di fare scatti illuminati dalla luce naturale in maniera tale che i colori rimangano fedeli alla realtà.

Prepara la scena

Focalizzati ancora sui tuoi mobili, sui tessili come tappeti, cuscini e tende. E’ tutto intonato al tuo stile? O devi cambiare qualche pezzo? Valuta se bisogna cambiare il colore di una parete, controlla la disposizione dei mobili, decidi se tenere le tende o rimuoverle per aggiungere luce, ecc. Rimuovi gli oggetti da mobili, librerie e sedute, pulisci le superficie e preparale alla fase finale: la creazione dell’allestimento di styling, che gli anglosassoni chiamano “vignette“.

Lavora con quello che hai

Non andare a fare shopping subito. Potresti avere qualcosa di perfetto per allestire una bella scena, mettendo insieme i tuoi oggetti più belli e interessanti. Fai delle prove su un tavolino o una consolle per vedere il risultato.

Vai a fare shopping

Ora dovresti sapere che cosa ti manca tra le cose che hai già. Ti suggerisco di non farti mancare dei dettagli di stile come fiori e oggetti d’arte che aggiungono vitalità e interesse agli spazi.

Inizia ad allestire

Inizia ad allestire le scene dei vari angoli della casa, applicando le regole e le tecniche di home styling.

Scatta fotografie

Una volta finito il lavoro di styling, non dimenticare di fare fotografie con la macchina fotografica o con lo smartphone per verificare se hai svolto un buon lavoro e per vedere il risultato prima e dopo!


Se il mondo dell’Home Styling ti appassiona e vorresti approfondire questi argomenti puoi iscriverti ai nostri Corsi, pensati sia per chi vuole migliorare i propri spazio sia per chi vuole acquisire nuove competenze per la propria professione.
Clicca qui sotto per maggiori informazioni sui corsi: